Home News Allarme Ricercatori: L’Intelligenza Artificiale Potrebbe Causare l’Estinzione

Allarme Ricercatori: L’Intelligenza Artificiale Potrebbe Causare l’Estinzione

103
0

L’allarme lanciato da esperti del settore, tra cui luminari come Sam Altman, CEO di OpenAI (il produttore di ChatGPT), Demis Hassabis, CEO di Google DeepMind, e Dario Amodei di Anthropic, mette in evidenza la crescente preoccupazione riguardo al potenziale pericolo rappresentato dall’intelligenza artificiale per il futuro dell’umanità. Questo appello è stato condiviso da eminenti figure del campo, tra cui Geoffrey Hinton, uno dei pionieri dell’Intelligenza Artificiale.

La dichiarazione che afferma che la mitigazione del rischio legato all’intelligenza artificiale dovrebbe essere considerata una priorità globale, al pari di altre minacce sociali su vasta scala come le pandemie e la guerra nucleare, è stata resa pubblica sul sito web del Center for AI Safety, un’organizzazione americana che riunisce esperti attivi nel settore. In questo appello figurano anche firme italiane di spicco, tra cui il fisico Roberto Battiston dell’Università di Trento e Luca Simoncini, ex docente di Ingegneria dell’informazione all’Università di Pisa ed ex direttore dell’Istituto di Tecnologie dell’Informazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Roberto Battiston sottolinea che il pericolo non risiede tanto in una superintelligenza che potrebbe dominare l’umanità, ma piuttosto nelle conseguenze dell’ampio utilizzo di questi algoritmi da parte degli esseri umani nella loro vita quotidiana e nel lavoro. Si preoccupa di possibili interferenze nei processi elettorali, della diffusione di notizie false e della creazione di canali di informazione che alimentano disinformazione. Battiston sottolinea che è essenziale prepararsi ad affrontare queste sfide, richiamando episodi passati come il caso di Cambridge Analytica e le tattiche di manipolazione online dei troll russi.

Luca Simoncini evidenzia come l’ampia adozione dell’intelligenza artificiale stia portando a una rivoluzione in molti settori della vita sociale, ma sta anche generando problemi significativi. Questa tecnologia ha un impatto considerevole non solo su aspetti sociali, ma anche su quelli economici, finanziari, politici, educativi ed etici. Simoncini riconosce che quando una nuova tecnologia emerge per scopi benefici, come nel campo biomedico o farmacologico, è difficile opporvisi. Pertanto, se l’idea di un rischio di estinzione dell’umanità sembra un’esagerazione, Simoncini sottolinea che la dichiarazione del Center for AI Safety richiama l’importanza di affrontare le sfide emergenti con serietà, evocando il famoso manifesto del 1955 di Bertrand Russell e Albert Einstein, che denunciava i rischi legati alle armi nucleari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here